vinci cosa vedere

Vinci: cosa vedere nella città di Leonardo

Condividi con i tuoi amiciFacebooktwitterpinterestmail

Itinerario di viaggio su cosa vedere a Vinci, il borgo natale di Leonardo. Scopri subito tutti i consigli per organizzare un itinerario di un giorno.

Scegliere a Vinci cosa vedere è facile. Questo è il paese natale del grande Leonardo, un’indiscussa eccellenza italiana, perciò le attrazioni del luogo sono interamente a suo tema ed è un ottimo primo incontro con le ricchezze della Toscana. Così, giusto per iniziare ad ambientarsi!

Come ben sai, Vinci è anche la prima tappa del mio itinerario in Toscana, un viaggio on the road durato dieci giorni, dove ho avuto la possibilità di visitare non poche meraviglie.

I libri di storia e d’arte non rendono giustizia ai molteplici talenti di Leonardo e in quest’articolo ti spiegherò tutto ciò che non devi assolutamente perderti nel scegliere cosa vedere a Vinci in Toscana. Iniziamo.

Cosa vedere a Vinci in un giorno

Tra le cose da vedere a Vinci in un giorno, troviamo sicuramente il Museo leonardiano, ma il Paese ha in sé anche altre ricchezze degne di nota che riempiono alla perfezione una giornata all’insegna della cultura.

Partendo dagli edifici con mattoni a vista, è divertente camminare per i vicoli e lasciarsi meravigliare da ciò che il tuo occhio scorge: il Castello dei Conti Guidi con la biblioteca leopardiana, la Strada Verde, il Santuario della Santissima Annunziata, la chiesa di Santa Croce con il battistero di Leonardo e infine piazza Castello con l’uomo di Vinci dove troverai anche l’ingresso per il Museo.

Sei pronto? Partiamo!

Il Museo: Castello dei Conti Guidi

museo leonardo da vinci

Il Museo leonardiano di Vinci si articola in tre differenti strutture. La prima sezione si sviluppa proprio all’interno del Castello dei Conti Guidi, dove potrai esplorare vari aspetti che hanno caratterizzato il genio: scienza, arte, architettura e tecnica rinascimentale ti avvolgeranno ad ogni passo. Le altre due sezioni sono la Palazzina Uzielli e la Casa Natale di Leonardo, che vedremo in seguito.

Le macchine da guerra di Leonardo sono molto famose e durante il percorso ne troverai numerose riproduzioni. Nella sezione dedicata a meccanismi e strumenti, potrai scoprire le riflessioni effettuate dall’artista per la manipolazione del moto e la creazione di pulegge per il sollevamento carichi. Una sala è adibita alla tecnica idraulica e all’indirizzamento dell’acqua, ma la parte che ho preferito in assoluto è stata quella riguardante gli studi sul volo. Qui, lo scheletro dell’ornitottero di Leonardo sovrasta l’ambiente e dovrai alzare il naso al soffitto per poterlo ammirare nella sua interezza.

Al termine dell’itinerario, ho trovato una mostra temporanea sull’anatomia dei disegni dell’artista che è tutt’ora aperta al pubblico. Oltre all’aspetto interattivo e tecnologico, ho particolarmente apprezzato l’allestimento del pavimento con uno dei nodi di Leonardo come percorso espositivo. Conosci i nodi di Leonardo? Io non li avevo mai sentiti.

Curiosità: il Castello non si limita ad ospitare solamente il Museo leonardiano, ma al suo interno puoi trovare anche Villa Vignozzi; la stessa stampata sulla prima serie delle nostre ormai vecchie banconote da 50.000 Lire. Inoltre, è disponibile anche una terrazza panoramica dalla quale potrai ammirare la vallata circostante.

Orari: consulta il sito
Prezzi: 11€ intero, 8€ ridotto (gruppi da 15 persone in su, studenti universitari, da 14 a 18 anni, over 65), 6€ (ragazzi da 6 a 14 anni, portatori di handicap), gratis (sotto i 6 anni).

Palazzina Uzielli

Palazzo Uzielli Vinci

La Palazzina Uzielli si trova nel cuore della parte storica di Vinci ed è una zona completamente pedonale in cima al centro abitato. Qui si articola la seconda sezione del Museo e, pur essendo meno suggestiva, ti permette di esplorare altre delle tante qualità di Leonardo. Troverai le sue macchine da cantiere e delle dimostrazioni video del loro utilizzo nella costruzione della cupola del Duomo di Firenze che ho trovato veramente affascinanti. Inoltre potrai vedere il suo sviluppo tecnico sulle automazioni degli orologi e una sala dedicata all’anatomia umana che l’artista ha largamente esplorato. Ecco, quest’ultima parte è a dir poco macabra per via delle riproduzioni umane, ma è anche vero che io sono facilmente suggestionabile!

All’inizio dell’itinerario però, c’è una piccola sala interattiva che ti permette di conoscere appieno il percorso di Leonardo e grazie a delle proiezioni animate potrai avere un primo avvicinamento con la sua vita. Nella prossima meta invece, ti ci immergerai completamente.

Casa natale di Leonardo

Casa di Leonardo Vinci

Il Museo leonardiano è d’obbligo per un itinerario, ma nel decidere cosa vedere a Vinci, ti consiglio di dare la priorità alla casa natale di Leonardo. Tecnicamente è la terza sezione del museo, ma per raggiungerla devi spostarti di circa 3 Km grazie alla “Strada Verde” completamente circondata da ulivi e curve con viste mozzafiato. Ad attenderti, un ologramma a grandezza naturale che unisce tecnologia, teatro e arte nel presentarti un Leonardo ormai anziano che si racconta come in un’autobiografia. Da sentir battere il cuore, davvero!

Nella casa colonica invece, c’è una proiezione su parete del dipinto L’Ultima Cena con un’annessa tecnologia touch screen che ti permette di conoscere varie caratteristiche dell’opera.

La struttura che ti accoglie è una ricostruzione più tardiva dell’autentica casa natale, ma ne conserva le caratteristiche originali con il giardino e il forno di famiglia. Nel guardarsi intorno, sembra di respirare un’aria diversa e ancor di più se pensi che quei paesaggi sono gli stessi che vedeva Leonardo da bambino. Ti consiglio di fermarti un po’ più a lungo ed esplorare i dintorni ricchi di vegetazione. Con un po’ di fortuna ed una buona vista, potrai addirittura scorgere il mare.

Cosa mangiare a Vinci

cosa mangiare a vinci

Come consiglio sempre, prenditi il giusto tempo per visitare Vinci e ripercorrere le tracce del genio rinascimentale, ma non dimenticarti che sei in Toscana e che qui la cucina è una cosa seria! Se hai tempo, puoi cercare un ristorante o un’osteria, ma se vuoi rimanere per un solo giorno e non vuoi perderti nulla di cosa vedere nel paese di Vinci, ti consiglio un pasto veloce. Dinanzi alla biglietteria del Museo, per esempio, ci sono diverse opzioni di scelta.

La cucina Toscana offre tipicità culinarie in un format che ben si adatta a pranzi “toccata e fuga” e crostoni e bruschette ne sono un chiaro esempio. Io ne ho mangiati diversi: uno con salsiccia toscana, uno con il lardo di colonnata e dei crostini con paté di fegatini che, per inciso, trovi in tutta la Regione. Ah, a mia discolpa posso dire che in questa vacanza ho camminato un sacco e di conseguenza smaltito tutto. Quindi no, niente sensi di colpa!

Dove mangiare a Vinci

Se cerchi un posto dove mangiare a Vinci, sappi che vicino al Museo leonardiano, c’è l’enoteca Convinci, riconoscibile per l’ingresso particolare che si affaccia su una strada in discesa. All’interno, ci sono dei quadri di opere famose con divertenti arrangiamenti moderni e l’ospitalità che fa da padrona. Qui potrai gustare delle zuppe fenomenali, oltre ai già accennati crostini, e la selezione d’affettati ti riempirà le papille gustative con i tipici sapori toscani.

A Vinci, tutti i commercianti riconoscono l’importanza del territorio e il km 0 è molto diffuso. Per l’appunto, la Pro Loco di Vinci ha nel centro storico del Paese, una bottega chiamata I Tesori di Vinci dove troverai anche un’ampissima scelta di articoli e alimenti prodotti all’interno del comune. Sarà un ottimo luogo dove spendere qualche soldo per souvenir commestibili e non. Il miglior modo per sostenere l’economia locale, non trovi?


Visto? Come ti ho già detto, scegliere qui cosa vedere è estremamente facile! Ciò non significa che visitare Vinci sia un’esperienza di poca importanza, anzi. Ripercorrere i passi del grande Leonardo da Vinci è un esperienza che ti raccomando caldamente e credo che sia anche un’ottima occasione per riscoprire in prima persona la ricchezza della cultura italiana, passata e presente.

Se stai organizzando un tour in Toscana, non devi assolutamente perderti le altre mete. Per cui resta aggiornato!

Se desideri avere organizzato nei minimi dettagli un viaggio in Toscana scrivi una mail con scritto “info” a: viaggiaconnati@gmail.com

Seguimi su: Instagram e Facebook per seguire anche lì le mie avventure e iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo. Riceverai anche un PDF con la lista di cose da mettere in valigia per un viaggio perfetto (che trovi qui se vuoi farti un’idea)!

P.S. Cliccando qui ricevi subito fino a 50€ di sconto su Airbnb da utilizzare per il tuo primo viaggio!

Seguimi sui SocialFacebooktwitterpinterestinstagrammail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *