Le tradizioni ed usanze più strane d'Europa

Le tradizioni ed usanze più strane d’Europa

Condividi con i tuoi amiciFacebooktwitterpinterestmail

Le tradizioni alle quali siamo abituati in Italia, sono per noi la normalità mentre per i turisti rappresentano originalità ed emozione. Nel nostro territorio possiamo infatti vantare il Carnevale di Venezia, il Palio di Siena, o ancora Barcolana. In questo articolo, però, lasceremo per un attimo il nostro territorio e ci concentreremo sulle tradizioni ed usanze più strane d’Europa.

“Ogni uomo ha una pancia, ogni paese un’usanza.”

Ed è proprio da questo aforisma che desidero partire. Viaggiando in giro per l’Europa, infatti, è possibile scoprire un’infinità di usanze particolari, ma soprattutto poco conosciute e insolite. Non per questo, però, meno affascinanti!

Nelle prossime righe, troverai le tradizioni più strane d’Europa divise in base ad un particolare periodo dell’anno, partendo da Pasqua fino a giungere a Carnevale. Sei pronto? Cominciamo a esplorare!

Le tradizioni più strane d’Europa a Pasqua: falò, alberi decorati e “dolcetto o scherzetto”

Pasqua in Italia è sinonimo di scambi di uova di cioccolata, gite fuori porta a Pasquetta, feste di paese e riti religiosi. Mentre nel nostro territorio assume una valenza più religiosa, ci sono paesi in Europa in cui i festeggiamenti e le tradizioni sono molto più sfarzose e fuori tema. Inoltre, durante queste manifestazioni vengono coinvolte intere città collettivamente.

Se il titolo ti ha intrigato, soprattutto per la strana formula del “dolcetto o scherzetto”, allora non fermarti e scopri subito le tradizioni più strane d’Europa a Pasqua.

Ostereierbaum: gli alberi pasquali in Germania

Tradizioni più strane d'Europa: Ostereierbaum:

Mentre solitamente siamo abituati all’albero di Natale, in Germania questa usanza viene riproposta anche a Pasqua in vesti diverse e prende il nome di Osterstrauch.

Nel 1965, il signor Volker Kraft da vita all’usanza di decorare le uova a mano per poi appenderle sul melo in giardino, nella sua casa a Saalfeld. Nonostante questa usanza sia nata più di 50 anni fa è stata presa sul serio solo dagli anni 90 in poi.

Fatto sta che da quel momento, le famiglie sono solite addobbare gli alberi nel proprio giardino, per l’occasione chiamati “Osterierbaum”, con una miriade di piccole uova di Pasqua variopinte. Se avete in programma un viaggio in Germania, prendete in considerazione il periodo pasquale. Questa insolita tradizione vi permetterà di godere di un colpo d’occhio molto piacevole e di un’atmosfera allegra durante le passeggiate per strade e viali.

Påskkärringar: dolcetto o scherzetto fuori stagione in Svezia

Påskkärringar: tradizioni più insolite d'europa

Sì, avete letto bene! Un’altra delle tradizioni più strane d’Europa ha luogo proprio in Svezia, uno tra i paesi più felici al mondo. Gli svedesi, infatti, preferiscono spostare il classico “dolcetto o scherzetto” tipico di Halloween al periodo pasquale.

Le differenze principali dalla classica festa celtica sono:

  • le leccornie che si regalano sono delle piccole uova di cioccolato
  • i costumi utilizzati dai bambini non sono zombie e mostri, bensì “Påskkärringar” (da qui il nome dell’usanza), ossia streghe di Pasqua. Tuttavia, sono ben diverse dalle solite streghe a cui siamo abituati! La scopa c’è ancora, ma risultano essere meno spaventose e molto più dolci. Immagina una rivisitazione della Befana italiana!

Inoltre, per non farsi mancare nulla, gli abitanti decorano le abitazioni con rami di salici e betulla. Il piatto principale è “Smörgåsbord“, una specie di buffet tipico dei paesi scandinavi.

Ricapitolando, se hai dei figli o desideri tu stesso concederti la libertà di ritornare bambino, allora il periodo pasquale è sicuramente fra i migliori per goderti questo splendido paese nordico.

Kokko: i falò a cielo aperto in Finlandia

Tradizioni più insolite d'Europa: falò finlandia

Dopo la Svezia, rimanendo nei paesi scandinavi, un’altra delle usanze più insolite d’Europa la ritroviamo in Finlandia, con il nome di “kokko“.

I finlandesi sono convinti che almeno una volta l’anno sia necessario “ripulire” i cieli delle proprie città da spiriti malvagi, streghe e demoni infestanti, e quale occasione migliore della Pasqua?

Così come accade il giorno di San Giovanni (Juhannus) per il solstizio d’estate, a Pasqua tutti gli abitanti si riuniscono per dar vita ad enormi falò, ovviamente appiccati in zone controllate e sicure. Con questi fumi si dà vita ad una vera e propria purificazione atmosferica.

Gli incendi riuniscono tutta la comunità cittadina e spesso è possibile trovare adulti e bambini vestiti da streghe che ballano e cantano per rendere il tutto più pittoresco. Perciò, se hai delle ferie disponibili e vuoi organizzare la tua vacanza pasquale, ricordati di prendere in considerazione, non uno ma ben due paesi nordici!

Insolite tradizioni di Natale in Europa: sfilate, mimi e musicisti

Dopo aver visto tre strane usanze in Europa che si svolgono a Pasqua, ci spostiamo ora al periodo natalizio. In questo momento dell’anno, in molti paesi europei la tradizione vuole che le strade cittadine siano teatro di sfilate e parate tematiche. Queste ultime, tramite la loro curiosa e strana simbologia, rallegrano le fredde serate invernali che precedono la vigilia.

Se ami le parate, la musica e soprattutto le feste folkloristiche, non fermarti e scopri subito le due più insolite tradizioni di Natale in Europa.

Krampuslauf: le parate dei Krampus in Austria

Tradizioni più strane d'Europa: krampus austria

Dopo aver visto tradizioni un po’ più soft, passiamo ora a quella che è forse l’usanza più insolita d’Europa: la parata dei Krampus in Austria.

Secondo il folclore austriaco, i Krampus sono demoni pelosi con grosse corna utilizzati spesso per spaventare i bambini. Si narra, infatti, che li rapiscano e li mangino: un po’ come il nostrano uomo nero. Ci sono due eventi, entrambi datati nel periodo natalizio, che li riguardano:

  • 5 dicembre: Krampusnacht, ossia la notte dei Krampus, durante la quale gli uomini del paese si travestono, infestano le vie della città “armati” di fruste di rami e distribuiscono carbone ai passanti.
  • 8 dicembre: Krampuslauf, ossia la parata dei Krampus. In questo caso, invece, le persone travestite si aggirano tra i mercatini natalizi, e i cittadini che donano loro lo “Schnaps” (bevanda alcolica tipica a base di frutta o erbe).

Insomma, se non sei facilmente suggestionabile e sei un amante dei film horror, l’Austria nel periodo natalizio potrebbe essere una meta particolare, ma perfetta per organizzare le tue prossime vacanze. Tra l’altro, potrebbe essere utile sapere che questa tradizione viene praticata anche in Friuli Venezia Giulia e in Trentino Alto Adige, sempre in quella settimana.

Ziemassvētki: la festa d’inverno in Lettonia

tradizioni insolite in Europa: Ziemassvētki

Rimanendo sempre a tema costumi e parate, ci spostiamo in Lettonia, con una tradizione natalizia un po’ meno insolita, ma comunque molto coinvolgente. Sto parlando, infatti, di Ziemassvētki: la festa d’inverno che ha luogo dal 20 al 23 dicembre.

A inondare le strade della città sono questa volta sono le sfilate musicali dei mimi. Troverai enormi parate di ballerini e suonatori travestiti con tanta musica e divertimento assicurato. Capita persino che quest’ultimi si presentino alle porte delle abitazioni per suonare anche lì, e vengano accolti con tanto di offerta di cibo e bibite. Questa insolita usanza è infatti ben vista dai cittadini del posto, in quanto si dice che serva a scacciare gli spiriti maligni.

Se sei curioso di scoprire la cultura baltica, non puoi di certo trovare occasione migliore. Il Natale in Lettonia ti aspetta!

Le tradizioni in costume più strane d’Europa: Carnevale e non sono

Dopo aver visto in vesti insolite, le tradizioni pasquali e natalizie, passiamo ora a Carnevale, o meglio Carnevale e non solo! In Europa ci sono molte tradizioni in costume, alcune delle quali un po’ bizzarre e curiose, che includono festeggiamenti in maschera. Vediamo subito!

Bleigießen e il Capodanno in Germania

Bleigießen: tradizioni insolite in Europa

Il primo posto fra le tradizioni insolite d’Europa di questa categoria va ancora una volta alla Germania. In terra teutonica il Capodanno si festeggia riunendosi a casa di qualcuno con amici, buon cibo, un drink tipico detto Feuerzangenbowle (ossia “bevanda della fraternità”) e, soprattutto, vestiti in maschera.

Inoltre, il nuovo anno viene accolto anche con un rito piuttosto particolare che si basa sul versare del piombo liquido in un bicchiere d’acqua fredda per osservare la forma che assume. Questa usanza prende il nome di Bleigießen e se appare una sfera è sinonimo di buona sorte.

Se ciò che desideri è un Capodanno diverso dal solito e hai intenzione di partire per l’estero, Berlino potrebbe essere la meta perfetta per te!

El Colacho: il salto del neonato in Spagna

Tradizioni più strane d'Europa: el colacho

Dalla Germania ci spostiamo in terra spagnola per una delle usanze più insolite e divertenti d’Europa: il salto del neonato (fa già ridere così).

Nella piccola cittadina di Castrillo de Murcia, in provincia di Burgos, c’è una tipica tradizione annuale davvero bizzarra, denominata El Colacho (Il Diavolo), della durata di circa quattro giorni.

Per l’occasione, i bambini nati nell’ultimo anno vengono disposti sui materassi disseminati lungo la strada della processione. Dopodiché degli uomini lì presenti, vestiti da diavoli, devono letteralmente saltarli e scavalcarli! Questo rito propiziatorio ha lo scopo di proteggerli dagli spiriti maligni.

Come conclusione, sui pargoli vengono lanciati petali di fiori, soprattutto rose e i diavoli si scagliano in maniera inoffensiva verso i passanti e gli spettatori con un frustino. Si lo so, è davvero insolito!

E tu, avevi mai sentito parlare di una cosa del genere? Sappi che questa tradizione ha luogo ogni anno dal 1620 ed è collegata alla festa cristiana dell’Eucarestia. Più di 400 anni di salto del neonato!

Castrillo de Murcia si trova a sole 3 ore da Madrid, quindi se stai organizzando un viaggio in Spagna potrebbe essere la tappa mancante per un itinerario perfetto.
Qui trovi tante info utili su cosa vedere a Madrid: vedi qui

Il carnevale silenzioso di Nadur a Malta

Tradizioni insolite: carnevale silenzioso Nadur

Prima di passare all’ultima cateogoria di tradizioni inusuali e bizzarre, vediamo un’usanza che questa volta riguarda il vero e proprio carnevale.

Ci troviamo a Malta, nella città di Nadur, sull’isola di Gozo. Qui, si svolge il cosiddetto “carnevale silenzioso”: i cittadini sfilano con costumi e maschere molto grottesche e bizzarre, restando però in perfetto silenzio.

La maggior parte di loro, pur non parlando, porta con sé cartelli con battute sarcastiche, frecciatine e black humor sui più disparati argomenti, in modo da poter lanciare dei messaggi senza proferire parola.

Ciò che caratterizza questa usanza è la totale organizzazione fai da te. Difatti, dietro alla manifestazione non c’è alcun comitato organizzativo.
Inoltre, Nadur dista soltanto un’ora e mezza dalla capitale, La Valletta, per cui perché non fare una piccola deviazione?

Altre tradizioni bizzarre in Europa: capre, sport anticonvenzionali e lancio dei pomodori

Se dovessi parlarti di tutte le tradizioni bizzarre d’Europa un articolo non basterebbe, tuttavia ce ne sono delle altre talmente strane e particolari che è impossibile tralasciare. Per cui prima di lasciarci, facciamo questo ultimo viaggio culturale assieme.

The Puck Fair: il re Capra in Irlanda

Tradizioni insolite in Europa: re capra Irlanda

Se dopo il salto del neonato, pensavi di averle viste tutte, le tradizioni più insolite d’Europa non sono ancora finite! Anche in questo caso la vista non ti inganna: c’è scritto proprio Re Capra. Da una leggenda legata al politico più odiato da ogni irlandese, Oliver Cromwell, nel 1603 nasce una tradizione molto particolare: The Puck Fair.

In questo curioso evento, che si svolge tra il 10 e il 12 agosto nel paese di Killorglin nel sud Irlanda, una capra selvatica viene presa e portata in paese, festeggiata con un lungo corteo e, successivamente, incoronata come “Re Capra” da una ragazza del villaggio. Dopo tre giorni di celebrazioni degne di un vero sovrano, l’idillio giunge al termine e il regale animale viene riportato in montagna.

Ora che sei a conoscenza del fatto che l’insolito non ha mai fine, cosa aspetti a prenotare la tua vacanza in Irlanda? Inoltre, potrebbe servirti sapere che questo piccolo paesino nella contea di Kerry si trova a solo 1 ora e 40 minuti da Cork.

Tomatina: il lancio dei pomodori in Spagna

Tradizioni bizzarre in Europa: tomatina spagna

Dopo il salto del neonato, torniamo ancora una volta in Spagna, questa volta con una tradizione bizzarra e colorata.

Siamo a Buñol, nei pressi di Valencia ed è proprio qui che ogni anno ad agosto si svolge la “Tomatina”, ossia il lancio dei pomodori. Questa curiosa festività trova origine nel 1945, quando durante una festa cittadina nasce una rissa tra giovani che utilizzano come armi dei pomodori.

Durante l’evento sfilano per le vie della città cinque camion pieni di pomodori destinati ad essere scaraventati sui cittadini. Ma attenzione, perché non è finita qua! Le persone li riutilizzeranno lanciandoseli tra di loro, creando così in un tripudio di colore, musica e goliardia.

Quest’anno la festività non si è svolta a causa del coronavirus, ma si è sempre in tempo per l’anno prossimo, giusto?

Eukonkanto: il campionato di trasporto della moglie in Finlandia

usanze insolite in Europa: Eukonkanto

Ed eccoci arrivati finalmente all’ultima usanza insolita in Europa, di nuovo in Finlandia. Ti ricordi quando avevo detto che la parata dei Krampus era forse la tradizione più strana d’Europa? Bhe, forse mi sbagliavo! Senti qua.

Ci troviamo a Sonkajärvi e proprio qui ogni anno si svolgono i campionati mondiali finlandesi: Eukonkanto . Il significato di questa parola, nonché disciplina oggetto della competizione? Il trasporto della moglie! Sì, abbastanza anticonvenzionale, lo so!

Le mogli vengono trascinate sulle spalle dai mariti, e le coppie si sfidano su un percorso di 23,5 metri con vari ostacoli. Il premio? Semplice: una scorta di birra dello stesso peso della consorte vincitrice.

Questo insolito campionato si svolge tutti gli anni dal 1992 a luglio. Perciò quale miglior momento per una gita di 3 giorni in Finlandia?


Eccoci arrivati da questo articolo per al categoria “Curiosità dal mondo”. Cpero che ti sia piaciuto e soprattutto che l’abbia trovato interessante. Se ti va, lascia un commento!

Ti ricordo, inoltre, che se desideri avere il tuo viaggio organizzato nei minimi dettagli puoi scrivere una mail con scritto “info” a: viaggiaconnati@gmail.com. Soprattutto ora che conosci queste bizzarre e interessanti tradizioni, esiste momento più bello per programmare una vacanza?

Ricordati anche di rimanere aggiornato iscrivendoti alla Newsletter. Facendolo riceverai in regalo la lista di cose da mettere in valigia per un viaggio perfetto (che trovi qui per farti un’idea).
Ricordati anche di seguirmi su Instagram e Facebook per essere tu stesso il protagonista delle mie avventure.

Seguimi sui SocialFacebooktwitterpinterestinstagrammail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *