Tour dell'Andalusia: cosa vedere e come muoversi

Tour dell’Andalusia: cosa vedere e come muoversi

Condividi con i tuoi amiciFacebooktwitterpinterestmail

Guida per organizzare un tour dell’Andalusia. Scopri qui cosa vedere nel sud della Spagna, come muoversi e quali sono le tappe che devi assolutamente includere nel tuo itinerario.

La Spagna, sicuramente già lo sai, è una terra meravigliosa. Magari hai già visitato Madrid o Barcellona, ma hai mai pensato di fare un viaggio nel profondo sud di questa nazione? Se non l’hai fatto, dovresti continuare a leggere questo articolo in cui voglio darti qualche consiglio per organizzare al meglio un tour dell’Andalusia, la torrida regione di Siviglia, Granada, Cordova e della Sierra Nevada; il luogo che più di tutti, in Spagna, mantiene ancora intatto lo splendore artistico e culturale della dominazione arabo-islamica.

Ti proporrò l’itinerario che ho seguito io stesso nel corso del mio giro dell’Andalusia in auto, durato 10 giorni. Durante questo viaggio ho visitato Siviglia, poi ho affittato l’auto e – fermandomi a visitare i numerosi pueblos blancos durante il tragitto – mi sono spostato a Cordova, poi a Granada, a Ronda e, infine, sono tornato a Siviglia per prendere il volo di ritorno. In questa guida non tralascerò di indicarti le cose da vedere assolutamente in questa terra incantata e di darti dei consigli pratici. Iniziamo, dunque!

Andalusia: cosa vedere per scoprire il sud della Spagna

Visitare l’Andalusia, soprattutto con un mezzo con cui muoversi facilmente come la macchina, è una delle cose da fare assolutamente almeno una volta nella vita. La storia, i panorami e i colori sono solo alcune delle cose che ti aspettano in questa terra meravigliosa.

Quando senti dire le parole “Tour Andalusia” cosa ti viene in mente? Beh, parti già col presupposto che tutto ciò che potrai immaginarti non sarà mai abbastanza rispetto a quello che realmente ti aspetta. Sì, lo so, la voglia di viaggiare è tanta, però ricordati che, prima della partenza vera e propria, bisogna innanzitutto organizzare l’itinerario.

Organizzare un tour dell’Andalusia da Siviglia non è per niente facile. Si rischia di scordarsi qualcosa, di essere indecisi sui luoghi da includere, sul non sapere come muoversi. Proprio per questo, ho deciso di rispondere qui di seguito a tutti i tuoi dubbi.

Sei pronto a scoprire cosa visitare in Andalusia in 10 giorni? Partiamo!

Siviglia

Tour dell'Andalusia: Siviglia

Il mio tour dell’Andalusia è iniziato da Siviglia (o Sevilla): è lì che il mio aereo è atterrato ed è da lì che ho cominciato la mia avventura nel sud della Spagna. La cosa che più mi ha colpito, appena giunto in questa città, è stato il dedalo di stradine che mi ha condotto fino alla piazza centrale, un susseguirsi di strette viuzze affollate di gente che rideva e beveva sangria ai tavolini, cercando una tregua dal calore dell’estate.

E poi, tutt’a un tratto e inaspettatamente, ci si ritrova di fronte all’enorme Cattedrale, affiancata dalla Giralda, che fu un tempo un minareto ed è oggi la torre campanaria, alta ben 96 metri. Dalla cima di questa torre si può godere di una vista splendida sulla città. Una vista altrettanto bella dalla cima di un altro dei punti di interesse di questa città andalusa, la Torre dell’Oro, che si erge sul lungofiume del Guadalquivir, il corso d’acqua più importante di questa regione.

Nella lista di cosa vedere in Andalusia non può assolutamente mancare uno dei monumenti più importanti della Spagna: il Real Alcázar, antica fortezza araba che con le sue fontane ed il suo intreccio di stili ti lascerà assolutamente senza fiato. Se hai tempo, ti consiglio poi di farti un giro nella Plaza de España, allegra e spensierata con i suoi corsi d’acqua e le mattonelle, le ceramiche e i marmi colorati.

Per la sistemazione in hotel ti consiglio di prenderla quanto più vicino possibile a questa piazza… visitare Siviglia di sera è veramente spettacolare! Scegli una mezza pensione oppure vai alla scoperta della cultura culinaria andalusa seguendo le dritte che ti darò tra pochissimo.

Se invece non sai ancora in che periodo partire, una buona ipotesi potrebbe essere in primavera. Devi sapere che qui, in quel periodo, si svolge la Feria de Abril, una festa sgargiante che illumina le strade con lanterne, balli e costumi. Lo scopo? Vivere la vita come se essa fosse concentrata in una settimana.

A pochi chilometri da qui si trova, inoltre, il Parco nazionale di Doñana. Se hai un giorno in più, te lo consiglio vivamente.

Cordoba

Tour dell'Andalusia: Cordoba

Per proseguire il tuo viaggio in Andalusia, ti consiglio poi di muoverti in direzione di Cordova (o Cordoba). Lungo il tragitto potresti fare delle soste, ad esempio dedicando un po’ di tempo a Carmona e al castello di Almodovar del Rio. Giunto finalmente a Cordova, ti renderai presto conto che, nonostante il caos edilizio della periferia, il centro cittadino è totalmente immerso nel tempo e nella quiete di una città magica, anch’essa accovacciata lungo il Guadalquivir e collegata all’altra sponda da un elegante ponte romano, sul quale ti consiglio di fare una passeggiata serale, quando è illuminato.

A Cordova troverai uno dei monumenti più belli della Spagna e, personalmente, uno degli edifici più incantevoli che abbia mai visto: la Mezquita. Costruita negli anni successivi alla conquista araba, questa moschea si presenta come una selva di colonne con doppi archi rossi e bianchi sovrapposti. Nel cuore esatto della moschea i cristiani – una volta riconquistata la città – costruirono un’ingombrante Cattedrale che oggi rende però perfettamente l’idea della coesistenza fra le due religioni nel sud della Spagna.

Anche a Cordova c’è una fortezza in stile arabo, l’Alcázar De Los Reyes Cristianos, che, con i suoi giochi d’acqua, le piante, i giardini profumati e le geometrie, ti catapulterà in Medio Oriente.

Granada

Tour dell'Andalusia: Granada

Il tour della Spagna del Sud prosegue in direzione di Granada, ultima roccaforte araba in Spagna prima del completamento della Reconquista, avvenuto nel 1492. Anche qua, già da lontano riuscirai a vedere uno dei monumenti spagnoli più celebri al mondo, l’Alhambra. Il termine, in arabo, significa “fortezza rossa”. Se sei un appassionato di Game Of Thrones, ti ricorderà senza dubbio qualcosa! L’Alhambra, in ogni caso, era in origine una cittadella fortificata, usata per scopi militari. Nel corso del tempo, divenne un piccolo paradiso ricco di fontane, giardini rinfrescanti e lussi.

Proprio di fronte a questa imponentissima fortezza, troverai i giardini del Generalife, un’oasi colorata e colma di guizzi d’acqua dedicati ai piaceri del re. Dall’Alhambra potrai osservare, oltre a tutto il centro cittadino, il famosissimo quartiere dell’Albayzín, patrimonio dell’UNESCO fondato dagli arabi e ancora oggi caratteristico per il bianco delle sue case, per le sue stradine in salita e per i numerosi belvedere che permettono di godere della miglior vista sull’Alhambra. Infine, tra le cose da vedere assolutamente in Andalusia, c’è la Cappella Reale di Granada: essa ospita i corpi di Isabella e Ferdinando, i sovrani sotto i quali si era portata a termine la Reconquista. La cappella reale si trova proprio accanto alla Cattedrale di Granada.

Se desideri scoprire più a fondo come la presenza araba ha influenzato questa terra, cerca dei viaggi guidati oppure dai un’occhiata qui.

Inoltre, a soli 50 minuti dal centro di Granada, si trova Costa Tropical, un piccolo paradiso tropicale circondate da località storiche e fiabesche.

Ronda

Tour dell'Andalusia: Ronda

Le città e i paesini da visitare in Andalusia sono davvero tanti. Tornando da Granada verso Siviglia per prendere l’aereo, però, ti consiglio di fermarti per un paio di giorni a Ronda. Questa città si trova a strapiombo su una rupe ed è letteralmente divisa in due parti da un burrone profondissimo. Le sue due parti sono collegate da un bellissimo ponte, il Puente Nuevo. La parte moderna non presenta particolari attrazioni: potrai incamminarti lungo la via dei negozi, oppure osservare il panorama mozzafiato dal “Mirador de Ronda“. La parte più bella di questa città si trova però al di là del ponte, ed è la cosiddetta “ciudad“, l’antico centro moresco di Ronda. Ti consiglio di visitarla con calma e poi, se hai tempo, di affrontare la discesa che porta ai piedi del ponte!

Tour dell’Andalusia in auto: come organizzarsi

Come ti dicevo, nel mio tour in Andalusia è stato fondamentale l’affitto di un’auto. Senza di essa mi sarei certamente perso tantissime esperienze indimenticabili e una moltitudine di pueblos blancos (villaggi tipici della Spagna meridionale) tanto piccoli quanto straordinari. Per farti un esempio, mentre mi stavo spostando da Granada a Ronda, mi sono imbattuto in una cittadina decorata con festoni colorati e aquiloni. Ho subito cercato un parcheggio e ho partecipato alla “Festa en el aire” di Arriate, della quale non conoscevo l’esistenza e che è stata uno degli eventi in Andalusia che più mi hanno segnato!

Il mio consiglio è, quindi, quello di fare il giro dell’Andalusia in macchina. Personalmente, ho affittato l’auto a Siviglia e da lì mi sono incamminato lungo gli infiniti e indimenticabili itinerari della Spagna del sud! Potrete scegliere tra alcune compagnie abbastanza economiche come Firefly e Goldcar, pagando circa 15/16 euro al giorno.

Inoltre, se hai più tempo a disposizione, aggiungi alla tua lista di cose da vedere in Andalusia anche Costa de la Luz (una delle spiagge più belle d’Andalusia), la provincia di Cadice (con un focus su Jerez de la Frontera), il deserto di Tabernas (una distesa arida in provincia di Almeria) e i parchi naturali.

Cosa mangiare in Andalusia: viaggio culinario tra tapas e caña

Cosa mangiare in Andalusia

Prima di lasciarci, voglio però darti un ulteriore dritta, concentrandoci su cosa mangiare in Andalusia. La cucina spagnola è famosa in tutto il mondo per le combinazioni di sapori sgargianti che può offrire.

L’Andalusia è una regione ricca di opzioni per ogni palato. Che si tratti di viaggi organizzati o di itinerari fai da te, non puoi assolutamente non fare un tour di tapas nel sud della Spagna. Fra i piatti immancabili ci sono:

  • gazpacho: zuppa fredda a base di pomodoro, saporita e di consistenza liquida
  • jamon iberico: prosciutto dall’inconfondibile odore e colore rosso vivido.
  • tortilla de patatas: frittata a forma di disco a base di patate, con o senza cipolla
  • croquetas: polpette fritte a base di besciamella con ripieno di prosciutto, pesce, formaggi o altri ingredienti
  • churros: pastella fritta cosparsa di zucchero da consumare immergendola nella cioccolata calda

Inoltre, per non farci mancare nulla, un tour dell’Andalusia che si rispetti deve necessariamente lasciare spazio per il bere. In questo caso, una volta seduto comodo a ristorante ordina un calice di vino andaluso e una caña. Ti consiglio la birra Alhambra, originaria di Granada, oppure la San Miguel, tipica di Malaga. Non dimenticarti, poi, di riservarti uno spazio per provare la famosa Estrella del Sur.


Se ti è piaciuta questa guida su come muoversi e cosa vedere in un tour dell’Andalusia, resta aggiornato iscrivendoti alla Newsletter. Riceverai anche una guida PDF su cosa mettere in valigia per un viaggio perfetto (consultata qui).

Nel caso in cui tu voglia avere un’alternativa al visitare la Spagna del Sud, ti lascio degli spunti anche sul centro del paese:

Se desideri maggiori informazioni su come avere il tuo viaggio organizzato scrivi una mail con scritto “info” a: viaggiaconnati@gmail.com

Ricordati anche di seguirmi su Instagram Facebook per essere protagonista delle mie avventure.

Seguimi sui SocialFacebooktwitterpinterestinstagrammail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *