Slovenia e Croazia in auto: cosa vedere in 3 giorni

Slovenia e Croazia in auto: cosa vedere in 3 giorni

Condividi con i tuoi amiciFacebooktwitterpinterestmail

Eccomi qua, finalmente, a raccontarti del meraviglioso viaggio che affrontato pochi giorni fa e ampiamente documentato su Instagram. Qui troverai un’itinerario su cosa vedere in 3 giorni in Slovenia e Croazia in auto.
Se hai mai visto la mia homepage saprai benissimo che l’obiettivo che mi sono posta entro i 30 anni è di raggiungere la fantastica quota di 30 paesi visitati. Fino a pochi giorni fa, il numero era fermo a 11, da ormai troppo tempo.
Ora, possono finalmente modificarlo e segnare un fantastico 13. Sì, perché visitare Slovenia e Croazia in auto è stata per me una meravigliosa scoperta!

Non perdiamo altro tempo e partiamo assieme alla scoperta di queste due terre. Qui di seguito ti illustrerò tutto quello che devi sapere per un’itinerario su cosa vedere in 3 giorni in Slovenia e Croazia in auto. Sei pronto per questo viaggio “on the road”? Cominciamo!

Slovenia e Croazia in auto: come arrivare in Slovenia

Il mio itinerario di Slovenia e Croazia in auto è partito da Rimini, la città dove vivo.
Per prima cosa arrivando dall’Italia, sono passata da Monfalcone, in Friuli-Venezia Giulia. Da quello che ho potuto notare, c’erano i controlli, ma se vedevano la vignetta attaccata alla macchina non fermavano nessuno. A proposito di vignetta…

Sappi che per attraversare il confine italiano e raggiungere la Slovenia dovrai munirti di un bollino (vignetta), acquistabile nelle stazioni di servizio vicino alla frontiera. Quest’ultima costa 15 euro e dovrai incollarla in basso o in alto in corrispondenza del posto guidatore, oppure sotto allo specchietto retrovisore interno. In entrambi i casi va applicata sul parabrezza, dall’interno e dovrai conservare la pellicola sulla quale era incollata come garanzia d’acquisto.

Non ti consiglio di fare il furbetto e rifiutarti di acquistarla in quanto i controlli non mancano e le conseguenze sono multe salatissime! La vignetta da 15 euro ha una durata settimanale. Esiste poi il formato mensile (30 euro) e quello annuale (110 euro).

In autostrada in Slovenia, troverai il limite dei 100-110 km/h, che ti consiglio di rispettare, date le svariate videocamere e autovelox disseminati sulla strada. La nota positiva è che la maggior parte delle autostrade non sono a pagamento, quindi con i 15 euro della vignetta te la caverai tranquillamente. Infatti, nel percorso in auto che ho fatto in Slovenia (ovvero confine italiano-Lubiana e Lubiana-confine croato) non ho pagato nulla.

Slovenia e Croazia in auto: come arrivare in Croazia

Per la seconda tappa, c’è un lato positivo! Per arrivare dalla Slovenia in Croazia in auto non dovrai munirti di un altro bollino. Tuttavia, le autostrade in Croazia si pagano e nemmeno poco, da quello che ho potuto constatare. In alternativa, per muoverti poi all’interno del Paese potrai munirti delle strade statali o superstrade, che di solito presentano una differenza di qualche minuto rispetto alle prime.

Inoltre, il lato positivo è che le autostrade possono essere pagate anche in euro. In questo modo, se ancora non avrai effettuato il cambio nella moneta locale (Kune), non dovrai preoccuparti dei problemi di pagamento iniziali.

Io ho raggiunto la frontiera croata partendo da Pirano, di cui ti parlerò fra poco, mentre l’ultima città prima del confine è Secovlje (Sicciole). Diversamente dalla frontiera Slovena, qui in Croazia ho trovato controlli più approfonditi e lunghi (per 2 chilometri di coda siamo stati in fila 2 ore). Questo perché, come spiegato nell’articolo sulla riapertura delle frontiere europee, in Croazia è attualmente permessa l’entrata per motivi turistici solo se si alloggia in una struttura.

Cosa vedere in Slovenia in un giorno

Il mio tour di Slovenia e Croazia in auto mi ha visto partecipe di molteplici mete che ora ti andrò brevemente a illustrare. Le città che abbiamo visitato in Slovenia sono: Lubiana, Bled e Pirano. La nostra permanenza è durata un giorno e mezzo, ma naturalmente ce ne sarebbero voluti molti di più! Ecco a te cosa vedere in Slovenia in un giorno (e mezzo).

Lubiana

Cosa vedere in Slovenia in un giorno

Fra le città da vedere in Slovenia in un giorno, Lubiana non può assolutamente mancare. La capitale della Slovenia rappresenta il cuore culturale del Paese e ti regalerà tantissime emozioni. Essa è attraversata dall’omonimo fiume Ljubljanica e oltre alla cultura slava, sono presenti particolarità tedesche e latine.

La cosa che è impossibile non notare sono le infinite distese di verde sparse in tutta la città, come nei dintorni. Lubiana infatti, è stata nominata Capitale verde europea, soltanto 4 anni fa.
La città vanta una storia risalente al 2000 a.C. e sono sicura che rimarrete affascinati dal suo simbolo: il drago, considerato protettore e simbolo di Lubiana.

Essendoci, inoltre, stati due terremoti che hanno distrutto la città, troverai diversi stili con i quali è stata ricostruita, da quello rinascimentale all’Art Nouveau.


Lago di Bled

Cosa vedere in Slovenia in un giorno

In un itinerario di Slovenia e Croazia in auto, un’altra tappa imperdibile è sicuramente il Lago di Bled, raggiungibile da Lubiana in 45 minuti. Ti sfido a non rimanere incantato dai suoi colori e dal paesaggio che lo circonda. Il fascino dell’isoletta al centro del lago è uno scenario perfetto per scattare una foto indimenticabile.

Il mio consiglio è di arrivare la mattina o nel primo pomeriggio e noleggiare una delle barchette tipiche con cui remare fino all’isola. Sarà sicuramente un’esperienza da raccontare!


Pirano

Cosa vedere in Slovenia: Pirano

Visitare Pirano è una di quelle cose per cui devi assolutamente trovare il tempo. Questa città dista 1 ora e 20 minuti da Ljubljana ed è stata la mia ultima tappa in Slovenia prima di cimentarmi nella scoperta del territorio croato.

Questa città romana, ti regalerà un panorama mozzafiato dalle sue mura. Pirano è famosa per il sale e ancor di più per l’influenza veneziana con cui è entrata in contatto. Sono sicura che dopo che avrai fatto un giro in questa piccola perla mi ringrazierai!

Cosa vedere in Croazia in due giorni

Scrivo cosa vedere in Croazia in due giorni per formalità, ma alla fin fine c’è stata un equa divisione di un giorno e mezzo per ciascun paese, per un totale di tre intensi giorni. Ma, veniamo al dunque e continuiamo il nostro viaggio di Slovenia e Croazia in auto! La Croazia è stata il tredicesimo paese nel quale ho messo piede e devo dire che è stata anch’essa una piacevole sorpresa!

Durante l’organizzazione del viaggio, ho optato per visitare la costa istriana, dato il poco tempo a disposizione. Per arrivare a Parenzo, la nostra prima tappa, da Pirano ci vogliono 55 minuti. Tuttavia, noi ci abbiamo messo all’incirca 3 ore a causa della fila che si era creata alla frontiera.
Ora, senza perderci in altre chiacchiere, ti mostrerò quindi, cosa vedere in Croazia in due giorni.

Parenzo

Cosa vedere in Croazia: Parenzo

Parenzo è il luogo dove abbiamo alloggiato e guardando ai giorni passati, non avrei potuto fare scelta migliore! L’appartamento era a pochi chilometri sia dal centro che dalle Lagune.

A proposito di Lagune! Ti consiglio assolutamente di fare il bagno a Zelena Laguna. Il parcheggio e le sdraio sono gratuiti. In più potrai godere di un’acqua splendida e di una pace incantevole!


Rovigno

Cosa vedere in Croazia: Rovigno

Rovigno si trova a 40 minuti da Parenzo ed è situata a sud del Canale di Leme. In questa piccola città potrai godere della vista sul mare dalla splendida Chiesa di Santa Eufemia e perderti nell’arte di strada in via Grisia.


Pola

Cosa vedere in Croazia: Pola

In un tour di Slovenia e Croazia in auto, quest’ultima tappa è imperdibile. Pola, infatti, è un vero e proprio testamento romano e si trova a soli 40 minuti da Rovigno. Qui troverai, un colosseo, templi, archi e potrai fare così un vero e proprio salto indietro nel tempo.

La città venne conquistata dai Romani nel 177 a.C. Dopodiché con la caduta dell’Impero Romano, venne annessa alla Repubblica di Venezia nel 1148, per poi diventare nel 1947 parte integrante della Jugoslavia. Proprio per questo via vai di culture troverai le influenze di diversi popoli sparse in tutto il centro.

Pola è sicuramente una delle città costiere da non perdere nella regione istriana.


Se ti è piaciuto questo itinerario di viaggio, rimani aggiornato iscrivendoti alla Newsletter perché presto ci saranno tante novità e approfondimenti su questi due splendidi stati.

Se desideri avere il tuo viaggio organizzato scrivi una mail con scritto “info” a: viaggiaconnati@gmail.com

Ricordati anche di seguirmi su Instagram e Facebook per essere protagonista delle mie avventure.

Seguimi sui SocialFacebooktwitterpinterestinstagrammail

2 commenti su “Slovenia e Croazia in auto: cosa vedere in 3 giorni”

    1. You can pay with Euros only the toll on the highway, but for the other things you must change your money in local currency!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *