piatti tipici del centro italia

Piatti tipici italiani: regioni del centro Italia

Condividi con i tuoi amiciFacebooktwitterpinterestmail

Guida culinaria per giovani viaggiatori che vogliono scoprire i piatti tipici del Centro Italia. Se ami viaggiare, ma anche assaggiare qui troverai i cibi tipici regione per regione.

Dopo aver parlato ampiamente di piatti tipici del Nord Italia è finalmente giunta l’ora di scendere un po’ più in giù lungo lo stivale e dedicarci alla scoperta dei sapori del centro Italia. Soprattutto in questo periodo dove per un motivo o per l’altro ci ritroviamo chiusi in casa, non esiste modo migliore di passare il tempo se non sperimentano nuove ricette.

Se sei d’accordo con me e vuoi sperimentare un viaggio culinario, allora leggi attentamente le prossime e goditi i cibi tipici del Centro Italia.

Piatto tipico della Toscana: la ribollita

Ribollita Toscana

La ribollita rientra perfettamente tra i piatti tipici autunnali italiani. E’ una zuppa semi solida di pane raffermo, cavolo nero, verza e fagioli che più viene cotta e più diventa saporita. Ecco, ora capisci quanto sia un piatto perfetto per il grigiore delle piogge autunnali? Poi il suo profumo che riempie la cucina ha un ché di veramente confortevole.

I primi segnali della ricetta antica si possono datare al Cinquecento e puoi addirittura trovare quella di Giovanni del Turco, cultore di gastronomia presso la corte di Cosimo II de’ Medici. Dice:

Prendi due o tre cipolle grosse e nettale dalla prima scorza et così intere mettetele in una pignatta d’aqqua che non sia piena affatto, acciò poi vi si possa mettere il cavolo et in quella pignatta metti come si è detto le cipolle, olio et sale e lasciale cuocere bene et una ora avanti a desinare vi metterei a cuocere il cavolo et poi si mandi in tavola con fette di pane sotto.

Sì, è molto suggestivo rendersi conto quanto le usanze italiane siano radicate nella storia!

Piatto tipico delle Marche: le olive all’ascolana

Olive all'ascolana marche
Credits to Manuela Zangara, CC BY-SA 2.0, via Wikimedia Commons

Nelle Marche, nasce uno dei piatti più apprezzati della cucina italiana. Come ben sai: il cibo italiano non delude mai e non poteva che essere così anche per le sfiziose crocchette a sfera di cui sto parlando. Sono originarie di Ascoli Piceno, ma le puoi trovare in tutto il territorio italiano. Come per tanti altri piatti tipici di ogni regione, possiamo dire che è un prodotto estremamente rappresentativo del Paese e personalmente le adoro.

Quando le mangio torno bambina e mi diverto a sgranocchiare prima la crosticina esterna per poi arrivare all’oliva cercando di mantenere intatto il cuore fino all’ultimo boccone. Forse è veramente questo il segreto della così ampia diffusione delle olive all’ascolana.
Dimmi che lo fai anche tu, dai!

A differenza di tutte le altre pietanze che ti ho descritto finora, le olive ascolane devono la loro esistenza all’antico fasto nobiliareche poteva ben permettersi l’avanzo della carne servita ai banchetti. Ciò non ne faceva un piatto da ripiego, anzi era parte fondamentale delle sfarzose ricorrenze dei ceti medio/alti.

Per quanto la grande distribuzione non sia mai in grado di reggere con la qualità dei prodotti DOP, l’oliva all’ascolana è diventato un simpatico finger food che puoi trovare in abbinamento a tantissimi aperitivi e buffet. Perciò la conoscerai di sicuro, ma ti garantisco che quella vera è tutta un’altra cosa, un po’ come per la focaccia di Recco, di cui ti ho parlato riguardo ai piatti tipicidel Nord Italia.

Piatto tipico dell’Umbria: la galantina

galantina umbria
Credits to Adriao, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

La galantina è un piatto da festa delle regioni del Centro Italia che non tutti conoscono. Si tratta di un pasto da cavaliere del Medioevo, periodo in cui ne troviamo l’origine. In sostanza è una gallina pulita e disossata, farcita con qualunque ben di Dio (carne, mortadella, pistacchi, lardo, prosciutto, uova, spezie ecc. ), fermata con spaghi e messa a cuocere in brodo per poi essere tagliata a fette e servita con gelatina di pollo.

Questo prodotto tipico umbro si mangia freddo, si conserva per lungo tempo ed è largamente riconosciuto sul territorio tra i piatti natalizi tipici italiani.

Piatti tipici del Lazio: carbonara e cacio e pepe

cacio e pepe roma

Non è stato per niente facile scegliere di quale piatto tipico del Lazio parlarti e la decisione finale è caduta su queste due per semplice gusto personale. Amo alla follia le combinazioni di sapori di questi primi piatti, oltre all’essere affascinata dalla preparazione che io stessa ho cercato di riprodurre più volte.

Che te lo dico a fare, la carbonara è una pasta con guanciale, pepe e uovo (alt: niente panna e cipolla!), mentre la cacio e pepe è fatta con il pecorino romano e pepe nero macinato fresco. Pochi ingredienti che sprigionano il meglio grazie alle precise tecniche utilizzate nell’amalgamarli.

Piccola curiosità che ti farà saltare sul posto, lo sapevi che la prima ricettadella Carbonara è stata pubblicata in una guida sui ristoranti di Chicago? Precisamente nella recensione del ristorante Armando’s.

La cacio e pepe invece, istituzione nella città di Roma tanto quanto il Colosseo, risale alle abitudini dei pastori dell’agro romano e alle loro lunghe transumanze con il gregge. Ah, mi raccomando, provali con i tonnarelli e sarà amore alla prima forchettata.


Per ora con i piatti tipici del Centro Italia ci fermiamo qui, ma non temere! Nel prossimo articolo ti racconterò quali sono i piatti tipici della cucina meridionale e ci faremo un giro in traghetto per raggiungere Sicilia e Sardegna. Preparati a leccarti i baffi, perché abbandoneremo la severità dei sapori del nord Italia per addentrarci sempre più nella macchia mediterranea tra balli popolari e leggende folk.

Nella speranza di averti trasmesso un po’ di appetito ti lascio alcune info utili.

Se la tua prossima tappa è il centro Italia, dovresti assolutamente leggere questo articolo su Gradara, un borgo medievale marchigiano nominato anche fra i più belli d’Italia.

Se vorresti avere il tuo viaggio organizzato nei minimi dettagli scrivi una mail con scritto “info” a: viaggiaconnati@gmail.com

Mi raccomando, non scordarti di seguirmi su: Instagram e Facebook per rimanere sempre aggiornato!
Per non perderti nessun articolo iscriviti subito alla Newsletter. Così facendo, riceverai anche un PDF con la lista di cose da mettere in valigia per un viaggio perfetto (che trovi qui per farti un’idea)!

P.S. Ti ricordo inoltre che iscrivendoti ad Airbnb tramite questo link avrai diritto a 34€ di sconto da utilizzare subito per il vostro primo viaggio!

Ti saluto e vado a lavare piatti e posate, alla prossima!

Seguimi sui SocialFacebooktwitterpinterestinstagrammail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *