Chi sono

Chi sono

Ciao mi chiamo Natalia e ho 20 anni. Studio Scienze internazionali e diplomatiche all’Università di Bologna. Come avrai già capito: AMO VIAGGIARE.

Amo non nel senso che mi piace. Amo nel senso che non riesco a farne a meno e la mia voglia di scoprire e immergermi in nuove culture viene prima di qualsiasi cosa. Amo nel senso che se ho dei soldi da parte, stai pur certo che finiranno nella prenotazione di un volo.

Se anche tu mi puoi capire, non fermarti qui e continua a leggere.

Cosa faccio nella vita

Nella vita faccio l’accumulatrice seriale. Accumulo esperienze, souvenir e avventure irripetibili!

A parte gli scherzi, sono una persona normalissima, che però cerca di trovare sempre nuovi progetti in cui cimentarsi.
E questo è il più bello che io abbia mai realizzato!

Come ti ho già detto, d’inverno studio. D’estate invece faccio la stagione come cameriera in un hotel. Inoltre, cosa forse più interessante, il tempo che mi rimane lavoro come copywriter e ghostwriter! Ovvero, scrivo per siti web, a volte di elettronica ed informatica e altre volte di e-commerce dai settori più disparati!

Amo la mia vita! E il fatto che sia piena di cose da fare, la rende ancora più emozionante.

Come è nata la mia passione per i viaggi

Riguardo a com’è nata la mia passione per i viaggi, c’è una storia dietro… LA MIA STORIA.

Ho sempre viaggiato sin da quando ero piccola. Mia mamma amava portarmi nei suoi posti preferiti, come Roma oppure le Canarie, ed io non desideravo nient’altro che partire. Ogni volta che andavamo in una città diventavo una palla umana! Continuavo a chiederle:
“Mamma andiamo al museo? Mamma mi compri il biglietto per la mostra di Kandinskij? Mamma mi porti a New York se finisco la pagella con tutti 10?”

Vi ricordate le Kodak usa e getta? Quelle che appena finito il rullino, correvi subito in uno studio fotografico a far stampare le foto?

Blog per giovani viaggiatori

Ho perso seriamente il conto di quanti soldi mia madre abbia dovuto spendere in queste cavolo di macchine fotografiche. Sì perché devi sapere che io, in ogni museo in cui mettevo piede, fotografavo vita, morte e miracoli di ogni singolo artista. Guai a me se mi sfuggiva un quadro o una didascalia!

Fortunatamente poi, la mia carissima mamma si è accorta che oltre ai viaggi, avevo una passione sfrenata per la fotografia, così mi ha comprato la mia prima Reflex!

Passavano gli anni e io continuavo a scattare foto, ovunque andassi, nella speranza un giorno di poterle fare nella mia tanto desiderata New York. Tuttavia, questo sogno l’ho coronato soltanto nel febbraio 2019, ma sono sicura che troverò sicuramente il tempo per raccontartelo.

Però, tralasciando questo intermezzo, la mia passione per viaggiare nasce da un’esigenza precisa.

La mia storia

Ho sempre avuto l’esigenza di sentirmi a casa. Sono nata a Molfetta, una meravigliosa città marittima in provincia di Bari, da padre pugliese e mamma russa. A 4 anni mi sono trasferita a Rimini e mio papà per impegni di lavoro era spesso giù in Puglia. L’ho sempre visto una volta a settimana.
CASA, è proprio una bella parola, ma che non ho mai sentito mia. Per me casa era solo una persona: il mio papà!

Quando mio padre è venuto a mancare, il mondo mi è crollato addosso e ho cominciato a pensare che avrei passato il resto della mia vita a sentirmi estranea a tutto e tutti.

Ed è stato così per molto tempo, non mi sentivo a mio agio in nessun posto, soprattutto nella mia città. Questo fino a quando ho iniziato a mettere da parte soldi, in qualsiasi modo, e ad evadere. Fino a quando, piano piano, ho riniziato ad amare una vita che credevo mi avesse soltanto preso in giro.

Ed ora, eccomi qui, ancora convinta che “Casa” non sia solo un posto, ma siano anche le persone. Ho ritrovato casa mia in tutti i luoghi che ho visitato, nei sorrisi delle persone davanti alla Statua della Libertà, nelle risate dei bambini davanti allo store della Lego agli ChampsÉlysées, nei baci delle coppie sotto la Tour Eiffel.
Ma soprattutto, ho ritrovato casa nel mio fidanzato, che da 4 anni a questa parte mi accompagna in tutte le mie follie, tenendomi per mano, sostenendomi e scattandomi tantissime foto. Foto di una me felice, serena e finalmente in pace. Sono sicura che è questo che volesse veramente mio padre.
Che mi sentissi finalmente a casa.

E voi? Qual è il luogo che considerate “casa”?

Da dov'è nata l'idea di creare un blog

Ti è mai capitato di voler fare un viaggio, ma non sapere esattamente dove andare con la tua disponibilità economica in quel momento? Oppure ancora di non sapere a cosa dovrai far fronte mettendo piede in quella determinata città? O peggio ancora: ti è mai capitato di dover andare, che ne so, a Londra e dover girare 8000 mila siti per trovare informazione su musei, orari, metro, biglietti, bar dove bere qualcosa e hotel dove alloggiare adatti a te?

Ecco, a me fin troppe volte! Ed è per questo che nasce Natalia around the world. Per raccontare le mie esperienze, bellezze dei luoghi che ho visto e che vedrò, ma anche le figuracce e gli errori (perchè è anche di questo che è composto un viaggio!). E soprattutto, nasce per aiutarti ad organizzare e vivere anche tu un’esperienza fantastica.

Ho sempre sentito dentro di me, il bisogno di esprimermi e questo Blog, che per me è come un figlio, me ne ha dato la possibilità a 360° gradi. Qui non ci sono solo io, c’è anche la voce di persone che amano fare qualcosa di inerente ai viaggi:

Queste sono solo due delle voci che finora hanno partecipato a delle interviste, ma in futuro conto di dare spazio a molte più persone.

E anche tu, se hai qualcosa da dire, puoi inviarmi una mail: natalia.caputi26@gmail.com

E infine, ci sono io, che sul mio profilo Instagram , grazie ad Instagram TV ho aperto da poco la rubrica di Viaggi&Attualità, perchè sono convinta che viaggiare solo per poi farsi un selfie e dire di essere stati in un post, sia una perdita di tempo. Viaggiare, farlo con tutto te stesso, vuol dire anche cercare di conoscere a 360° gradi la cultura a cui stai andando incontro, informarti sulla situazione del Paese e sulla storia delle meraviglie che poi andrai a fotografare.

Questo vuol dire viaggiare per me! Se anche tu la pensi così, allora sono felice di dirti che hai trovato un’amica virtuale! E se vorrai, sarò la tua guida in questo fantastico mondo che cerco di scoprire un po’ di più, anno dopo anno.

Bene. Arrivati qui, non perdiamoci in altre chiacchiere.

Sei pronto a viaggiare con me?

Cosa vedere a Gradara in un giorno

2 commenti su “Chi sono”

  1. Hi! Do you know if they make any plugins to help with SEO?
    I’m trying to get my blog to rank for some targeted keywords but
    I’m not seeing very good results. If you know of any please share.
    Appreciate it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *